Respirazione Wim Hof e coerenza cardiaca


Di Leonardo Pelagotti , istruttore certificato metodo Wim Hof & fondatore di INSPIRE Potential e con il contributo di Christophe Badaire , Coach - Outplacement Consultant.

 

In questo articolo mi concentrerò sulla tecnica di respirazione di base Wim Hof e il suo legame con la coerenza cardiaca.

In questo articolo vedremo:

  1. Coerenza cardiaca
    1. Un po' di storia
    2. Definizione
    3. I 3 livelli di coerenza cardiaca
  2. Coerenza cardiaca durante la respirazione Wim Hof
  3. Conclusioni

1) Coerenza cardiaca

Una piccola storia di coerenza cardiaca

Coerenza cardiaca e respirazione wim hof

La medicina cinese era già interessata alla variabilità della frequenza cardiaca e della frequenza cardiaca quando Antonio Marie Valsalva, medico italiano (1666 - 1723) notò l'influenza della respirazione sulla frequenza cardiaca, dell'accelerazione sull'ispirazione e della decelerazione sull'espirazione (acceleratore e freno).

È stato il dottor David Servan-Schreiber che l'ha introdotto in Francia nel 2003 con il suo libro "Guérir". Nel 2012, il dottor David O'Hare ha permesso la sua più ampia diffusione sotto forma dell'esercizio che conosciamo oggi: l'esercizio 365.   

Definizione di coerenza cardiaca

La Cardiac Coherence (CC) è uno stato di equilibrio fisiologico, fisico, mentale ed emotivo che induce un riorientamento, risorse e rafforzamento di ciascuna di queste aree..

Parlare di coerenza cardiaca è prima di tutto parlare di variabilità cardiaca.

La variabilità cardiaca è la capacità del cuore di variare il proprio ritmo secondo le esigenze dell'ambiente esterno, dei suoi pensieri (il cervello non distingue tra ciò che la persona sta attraversando e ciò a cui sta pensando) e il suo stato generale.

L'alternanza dell'azione del sistema nervoso simpatico e parasimpatico accelera e rallenta il cuore in modo permanente per consentire al corpo di reagire ad ogni situazione.

Con un dispositivo in grado di misurare la variabilità cardiaca:

coerenza cardiaca grafica
Ritmo cardiaco "caotico

Questo si chiama ritmo caotico. Caotico non è negativo, ma indica un'irregolarità di ritmo.

Quando l'individuo non è sollecitato negativamente da nessuna di queste tre dimensioni (sollecitazioni esterne, pensiero e stato generale), il cervello sembra rendere la frequenza cardiaca coerente con la respirazione.

Questo è noto come coerenza cardiaca ed è il seguente:

Coerenza cardiaca Wim Hof
Coerenza cardiaca

Al di là di questa coerenza, ciò che è molto interessante sono gli effetti incontrati durante questo stato di CC.

Infatti, nel momento in cui il cervello fissa la frequenza cardiaca e respira in modo coerente, genera altre manifestazioni molto interessanti:

  • Diminuzione del cortisolo
  • Aumento di DHEA, immunoglobuline A che partecipano alla difesa immunitaria, ossitocina, dopamina, serotonina
  • Presenza di onde Alfa nel cervello........

Fondamentalmente, la Coerenza Cardiaca non è quindi ne una pratica ne un metodo, ma un particolare stato di funzionamento umano.

Ma anche se è naturale, questo stato di Coerenza Cardiaca non avviene così facilmente come dovrebbe, specialmente con il nostro stile di vita attuale.

Può tuttavia essere indotta da una pratica volontaria che può essere respiratoria, emozionale o mentale.

Lo stato di equilibrio della coerenza cardiaca è fisiologico, innato e programmato nel nostro sistema nervoso autonomo.

I 3 livelli di coerenza cardiaca e la tecnica dei 365°.

Ci sono 3 diversi livelli di coerenza cardiaca:

  1. Coerenza cardiorespiratoria
  2. La stessa coerenza cardiaca
  3. Coerenza cardiaca superiore o risonanza cardiaca

1. Primo livello: coerenza cardiorespiratoria

La nostra variabilità della frequenza cardiaca (HRV) è influenzata da molti fattori: respirazione, emozioni/sentimenti, età, stress, malattia, ecc.

Ma è attraverso la respirazione che siamo in grado di influenzare fortemente il nostro VFC in un modo molto semplice: modulando il nostro ritmo respiratorio. Più precisamente, respirando più lentamente del normale, al ritmo di circa 6 cicli respiratori al minuto (1 ciclo = 1 fase di inspirazione/espirazione).

La respirazione ha la capacità di condurre il cuore in un ampio, armonioso e sincronizzato modello di accelerazione/decelerazione alla frequenza respiratoria!

A questo livello, la frequenza cardiaca segue il funzionamento del cervello.

2. Secondo livello: la coerenza cardiaca stessa

Qui lo stato emotivo è l'elemento chiave. Queste sono emozioni/sentimenti positivi*, come gratitudine, apprezzamento, gioia profonda, pace, amore, ecc. Questo posizionerà il cuore alla sua frequenza di risonanza naturale. Non è più la respirazione ad un ritmo particolare che fa sincronizzare il cuore, è il ritmo coerente del cuore che porta tutta la fisiologia in funzionamento ottimale.

*(ottenuto per esempio dall'evocazione di ricordi piacevoli, grazie alla nostra immaginazione o semplicemente grazie alla nostra capacità di generare felicità come insegna la pratica della mindfulness, vi consiglio su questo argomento questo video: Respirazione di coscienza | Thich Nhat Hanh)

 

HeartMath® parla anche dell'intelligenza del cuore e offre tecniche di respirazione cardiaca per raggiungere la risonanza del cuore!

A questo livello, è il funzionamento del cervello che segue il battito del cuore.

Così, mentre è possibile sentirsi a disagio durante una pratica di coerenza cardiorespiratoria, è impossibile nello stato di coerenza cardiaca, perché il passaggio a questo stato è il risultato di un cambiamento di stato emozionale positivo che rinforza e stabilizza il passaggio alla coerenza del corpo intero.

3. Terzo livello di coerenza: coerenza cardiaca superiore

Questo stato, chiamato anche risonanza cardiaca, è legato a un'espansione della coscienza, a stati di benessere molto profondi, a volte vicini all'estasi ( "Flow ") o a stati di coscienza accentuati.

Sembrerebbe che questa coerenza superiore si verifichi spontaneamente, senza alcuna apparente "ragione" esterna, ma per esempio i biohacker stanno studiando il fenomeno per capire le variabili che possono riprodurlo.

In sintesi

La coerenza cardiaca può essere raggiunta in molti modi, ma la risonanza cardiaca (la risonanza è una particolare forma d'onda che oscilla a una data frequenza) si ottiene attraverso la respirazione e la regola 365.

È il più rapido e semplice: 3 volte al giorno, 6 respiri al minuto e per 5 minuti.

Per indurre questa coerenza cardiaca, abbiamo 2 metodi.

Se possiamo indurre lo stato di coerenza cardiaca rilassandoci e concentrandoci sui pensieri positivi, il modo più semplice e veloce è quello di passare attraverso la respirazione, l'unica parte del sistema nervoso autonomo su cui possiamo avere un'azione diretta.

La regola dei 365 nella respirazione

6: 6 cicli di respirazione di 10 secondi al minuto. Sono 5 secondi di ispirazione e 5 secondi di espirazione.

5: Un ciclo respiratorio di 5 minuti fornisce effetti per le successive 4 ore.

3: Praticare 3 volte al giorno permette di ottenere i benefici del CC per tutta la giornata.

2) Coerenza cardiaca durante la respirazione Wim Hof

Respirare Wim Hof ha un impatto anche sulla coerenza cardiaca e sulla sua variabilità attraverso l'azione del sistema nervoso autonomo (ANS).

Durante la fase di respirazione Wim Hof la frequenza cardiaca aumenta (in generale) e durante la fase di apnea diminuisce. Questo è anche vero (occasionalmente e ripetutamente) su cicli più brevi, e il cuore sta costantemente accelerando e decelerando a causa dell'azione dell'ANS (con l'acceleratore e il freno che sono il sistema simpatico e parasimpatico). Il risultato è che durante una sessione di respirazione Wim Hof ci si mette in uno stato simile a quello che si può ottenere con la respirazione addominale 365 raccomandata dal dottor David O'Hare per raggiungere la coerenza cardiorespiratoria.

Nella figura sottostante, mostro il risultato di un ciclo di respirazione Wim Hof misurato da emWave2 (strumento di coerenza cardiaca).

Vediamo la somiglianza con la figura (dalla matematica del cuore) qui sotto:

3) Conclusione

L'esperimento con emWave 2, la coerenza cardiaca e la respirazione Wim Hof rimane solo un "inizio provvisorio" per studiare gli effetti della respirazione Wim Hof sulla variabilità della frequenza cardiaca. Ma volevo condividere l'esperienza con voi e avere il vostro feedback per completare la comprensione dell'argomento.

 

Lo strumento emWave2 (di Christophe Badaire) è stato testato in luglio su un soggetto (io) durante un ciclo di respirazione Wim Hof (circa 7 minuti). Uno studio futuro dovrebbe ripetere l'esperimento per un minimo di 4 cicli (la norma per una sessione di respirazione Wim Hof).

 

L'uso di emWave ha dimostrato che la coerenza cardiaca può essere presente durante le diverse fasi della respirazione WHM, anche durante la fase di iper-ossigenazione e la sua maggiore frequenza di cicli respiratori.

Tuttavia, la coerenza cardiaca più consistente (risonanza cardiaca forse?) è stata raggiunta con l'apnea polmonare completa finale di 15/20 secondi alla fine del ciclo respiratorio Wim Hof. Questo ci mostra l'importanza di questo piccolo passo nella respirazione Wim Hof, che è spesso incompreso.

 

Ciò che è molto interessante e che merita di essere studiato è questa paradossale presenza di coerenza cardiaca durante le diverse fasi della respirazione Wim Hof.

Infatti, durante la fase di iper-ossigenazione e poi la fase di apnea dei polmoni vuoti, il corpo viene messo a priori in una situazione di stress, da qui il rilascio di adrenalina e noradrenalina.

È quindi sorprendente che il cuore sia in uno stato di coerenza cardiaca, che è un segno di calma interiore. (La spiegazione potrebbe essere che il soggetto, Leonardo, ha praticato la respirazione Wim Hof per diversi anni e che lo stato di stress fisiologico è piuttosto vissuto come un'attivazione positiva che non colpisce il cuore, perché mentalmente il soggetto rimane calmo e in un buono stato emotivo. Attivazione emotivamente positiva che potrebbe essere spiegata dalla teoria polivagale)

 

Ciò meriterebbe un ulteriore studio, compreso un confronto tra professionisti più o meno esperti dell'WHM.

Sentitevi liberi di lasciarmi i vostri commenti e feedback per arricchire questo articolo insieme.

Prologo

Seguirà un altro articolo con un'analisi più dettagliata della variabilità della frequenza cardiaca e alcuni risultati di biofeedback dall'anello Oura.

Vuoi andare oltre?

Contattateci per iscrivervi ai nostri prossimi corsi Wim Hof e visitate il nostro sito web per scoprire tutti i nostri corsi di formazione!

Pratica ora!

Iscriviti ora!


Articoli simili

Ultimi articoli

Corso Wim Hof Breve - 3 giorni, Lac des Graves, Cantal, 23-25 novembre 2024

Corso Wim Hof Breve - 3 giorni, Lac des Graves, Cantal, 9-11 novembre 2024

Spedizione di trekking e metodo Wim Hof, Massiccio del Thabor, dal 3 al 7 luglio 2024

Categorie

Realizzazione e referenziamento Simpleplebo

Connessione

Continuando a navigare in questo sito, l'utente accetta l'installazione e l'uso dei cookie sul proprio computer, in particolare per l'analisi del pubblico, in conformità con la nostra politica sulla privacy.