Come si può spiegare il Metodo Wim Hof dal punto di vista scientifico?

10 Mar 2022 Leonardo Pelagotti Scienza

Questo articolo riassume le informazioni inedite dell'ultima pubblicazione scientifica pubblicata sui meccanismi fisiologici alla base del Metodo Wim Hof.

Fonte dello studio scientifico:
("Brain over body" - Uno studio sulla regolazione volontaria della funzione autonoma durante l'esposizione al freddo, Otto Muzik, Kaice T. Reilly, Vaibhav A. Diwadkar)

Mente sul corpo: il metodo Wim Hof ci permette di sviluppare un più alto livello di controllo sul nostro corpo agendo attraverso il sistema nervoso.

Ma cosa succede concretamente nel nostro corpo durante la pratica del metodo ICEMAN?

wim hof e la respirazione

Riassunto dell'articolo di Wim Hof

Di seguito vengono spiegati i meccanismi fisiologici alla base dell'attività del metodo Wim Hof:

1) In primo luogo, la respirazione Wim Hof (che induce un'alcalosi respiratoria controllata con inalazioni profonde ed esalazioni leggere) seguita da un'esposizione al freddo e da uno stato di attenzione focalizzata sul legame corporeo sembra attivare i centri di controllo primario per la riduzione e la modulazione del dolore (e del freddo) nel PAG(la materia grigia peri-aqueduttale). Questo effetto sembra riflettere una risposta analgesica indotta dallo stress.
2) Il Metodo Wim Hof prevede anche l'attivazione di aree corticali di ordine superiore (come l'insula) associate alla consapevolezza di sé che facilitano la concentrazione e l'attenzione sostenuta nella resistenza di stimoli esterni negativi (ad esempio il freddo).

3) In terzo luogo, la respirazione Wim Hof porta ad un aumento dell'innervazione simpatica e del consumo di glucosio nel muscolo intercostale. Questo genera calore che si disperde nel tessuto polmonare e riscalda il sangue che circola nei capillari polmonari. Questo può contrastare una diminuzione della temperatura corporea che altrimenti si verificherebbe a causa dell'esposizione al freddo. 

Gli eventi fisiologici del Metodo Wim Hof

Di seguito è riportata una possibile sequenza di eventi fisiologici che potrebbero rappresentare
meccanismi alla base delle capacità del metodo Wim Hof : 

  1. Sembra che l'attivazione della risposta del sistema nervoso autonomo simpatico indotta dall'iperventilazione stimoli il sistema autonomo rilasciando ormoni dello stress, con conseguente avvio di meccanismi analgesici indotti dallo stress legato ad uno stimolo esterno come il freddo. Questo meccanismo potrebbe essere coinvolto nel rilascio di oppioidi e cannabinoidi endogeni (prodotti dal corpo stesso) sia nella periferia che nel sistema nervoso centrale, portando ad un senso di euforia, ansia e benessere. Promuove anche uno stato di attenzione che aumenta l'effetto analgesico prodotto dagli endo-cannabinoidi. Wim parla spesso di "Alzarsi con le proprie scorte", il che significa che queste sostanze psicotrope sono già presenti e prodotte dal nostro corpo e che non abbiamo bisogno di cercarle altrove. 

  2. Modulazione della risposta al freddo attraverso la respirazione. L'esposizione al freddo attiva la risposta del sistema nervoso simpatico e inizia l'adattamento ai cambiamenti della circolazione (vasocostrizione /vasodilatazione) e del modello respiratorio (aumento della resistenza vascolare polmonare) attraverso il rilascio di ormoni dello stress (cortisolo e noradrenalina (noradrenalina)) che provocano cambiamenti sistemici della frequenza cardiaca, della pressione sanguigna, del metabolismo e della risposta immunitaria. 

Il metodo Wim Hof controcorrente

1+2) La pratique de la méthode Wim Hof inverse la séquence normale des événements : le modèle respiratoire non naturel (hyperventilation avec la rétention d’air) provoque l'hypocapnie et l'alcalose respiratoire (par manque de CO2), et est susceptible d'initier l'activation de la réponse de stress sympathique via des chémorécepteurs dans l'hypothalamus. Plus précisément, l'hyperventilation provoque une hypocapnie qui à son tour produit une alcalose respiratoire, donnant une sensation d'étourdissement fréquemment signalé, de picotements dans les bras et des vertiges. L’apnée poumons vides qui suit les 30 respirations (voir notre article sur la "Respiration Wim Hof - La science expliquée) normalise la relation entre le taux sanguin d'O2 et le CO2 par une diminution importante de la saturation d'oxygène (<80%).

L'asfissia scatena una risposta simpatica

Questo stato imita l'asfissia e probabilmente innesca una risposta simpatica (indicata qui come il sistema nervoso simpatico, "fight-flight") nei centri autonomi del tronco encefalico. L'attività di questi nuclei innesca poi il rilascio sistemico (nel corpo) di norepinefrina e cortisolo, che "innesca" il sistema (colpisce l'acceleratore).

Analgesia

Una volta iniziata l'escalation dello stress, è probabile che l'esposizione al freddo inizi l'analgesia indotta dallo stress (riduzione della sensazione di dolore) attivando i neuroni nella PAG (materia grigia periaqueduttale), innescando il rilascio di oppioidi e cannabinoidi endogeni che agiscono sia a livello periferico che centrale.

Stimoli esterni ridotti

Gli oppioidi endogeni portano al rilascio di encefaline (un neurotrasmettitore). Il rilascio di encefaline a sua volta iperpolarizza i neuroni che portano il segnale di stress iniziale (freddo) dalla periferia, diminuendo così la trasmissione del segnale dello stimolo esterno. Di conseguenza, la percezione dello stimolo esterno nocivo è ridotta. Perifericamente, gli endocannabinoidi hanno dimostrato di agire come broncodilatatori e vasodilatatori, promuovendo così una maggiore perfusione del tessuto polmonare e facilitando il flusso di sangue in periferia.

Scambio di calore

Con l'aumento dell'attività muscolare intercostale associata ad una maggiore produzione di calore, il metodo Wim Hof può migliorare lo scambio di calore tra il tessuto polmonare e il sangue. Questo favorisce una maggiore irrigazione delle estremità durante il freddo, riduce il rischio di danni ai tessuti (come il congelamento) al costo di irradiare una maggiore percentuale di calore corporeo.

Spesa energetica e perdita di peso

Questo spiega anche l'aumento del 40% del dispendio energetico giornaliero associato all'esposizione al freddo (l'esposizione al freddo è un metodo eccellente per perdere peso e bruciare grassi. Ancora più importante, i cannabinoidi endogeni hanno dimostrato di produrre analgesia dopo essere stati rilasciati dai neuroni attivati nella PAG.

Queste osservazioni di aumento dell'innervazione simpatica del muscolo intercostale evidenziano il ruolo centrale della respirazione nel metodo Wim Hof. Grazie alla respirazione stessa è possibile affrontare l'esposizione estrema al freddo e dare al corpo i mezzi per adattarsi rapidamente: stiamo parlando dell'intelligenza del corpo. 

equilibrio leonardo

RICEVI I PROSSIMI ARTICOLI direttamente nella tua casella di posta elettronica per scoprire tutti i benefici di RAFFREDDAMENTO, RESPIRAZIONE e FORZA MENTALE!

Mandati! Mandati! Mandati!


Un promemoria del Metodo Wim Hof

Questo metodo si basa su 3 potenti pilastri

1) Terapia del freddo Il freddo è "il tuo amico caldo" e uno dei tre pilastri del metodo Wim Hof. Una buona esposizione al freddo innesca una serie di benefici per la salute, tra cui l'accumulo di tessuto adiposo marrone e la conseguente perdita di grasso, una ridotta infiammazione che facilita un sistema immunitario rafforzato, livelli ormonali equilibrati, una migliore qualità del sonno e la produzione di endorfine, che sono buone sostanze chimiche nel cervello che aumentano naturalmente il vostro umore.

2) Respirazione Il secondo pilastro del metodo Wim Hof è la respirazione. Respiriamo ancora (20.000 respiri al giorno), ma la maggior parte di noi non è consapevole del suo enorme potenziale. Un alto livello di ossigeno nel nostro corpo conferisce un tesoro di benefici e la tecnica di respirazione specializzata del metodo Wim Hof permette: più energia, un ridotto livello di stress e una maggiore risposta immunitaria che tratta rapidamente gli agenti patogeni. Respirare Wim Hof è simile alla respirazione olotropica o di rinascita e si ispira al pranayama tibetano. 

3) Mentale/focus Il terzo pilastro del metodo Wim Hof è il fondamento (e la conseguenza) degli altri due: l'esposizione al freddo e la respirazione consapevole richiedono pazienza e dedizione per essere completamente padroneggiate. Armati di concentrazione e determinazione, siete pronti ad esplorare ed eventualmente a padroneggiare il vostro corpo e la vostra mente.

Questi tre pilastri funzionano in sinergia. Non è interessante dissociarli perché il loro potenziale risiede nell'azione combinata compiuta sul corpo umano.  

Wim Hof parla spesso di altri due pilastri: il cuore e il divertimento. Praticare condividendo con gli altri e divertirsi sono altre due chiavi per il successo dei vostri progressi con il metodo!

Vuoi andare oltre?

Contattateci per iscrivervi ai nostri prossimi corsi Wim Hof e visitate il nostro sito web per scoprire tutti i nostri corsi di formazione!

Domande? Lasciaci un messaggio!

Mandati! Mandati! Mandati!

Errore del server


Articoli simili

Ultimi articoli

[ITW] WIM HOF & CERIMONIA DI CACAO con Maddy Colomine, Psicologa Olistica

Le origini del METODO WIM HOF e i vantaggi dell' APNEA - Leonardo Pelagotti, istruttore

Corso WIM HOF ADVANCED - INSPIRE CAMP 25 febbraio - 1 marzo 2024 - LAPONIA/FINLANDIA in FRANCESE

Categorie

Realizzazione e referenziamento Simpleplebo

Connessione

Continuando a navigare in questo sito, l'utente accetta l'installazione e l'uso dei cookie sul proprio computer, in particolare per l'analisi del pubblico, in conformità con la nostra politica sulla privacy.