Le 3 fasi dell'esposizione al freddo


Questo articolo spiega le 3 fasi e le 9 tappe dell'esposizione al freddo e come fare una doccia fredda ogni giorno. Gli errori da evitare e i buoni riflessi sono riassunti.

Come fare una doccia fredda?

Quando si inizia con il metodo Wim Hof ci si trova rapidamente di fronte alla prima sfida: fare una doccia fredda a casa ogni giorno.

Passata l'energia del gruppo di lavoro che ci portava, i consigli dell'istruttore al nostro fianco, ora siamo soli nel nostro bagno a contemplare questa doccia davanti a noi, e a chiederci: ce la farò? Sarò in grado di girare la maniglia della doccia fino in fondo a destra e passarci sotto?

Vediamo insieme come possiamo prepararci a fare quella doccia fredda a casa ogni giorno con le 3 fasi e le 9 fasi di esposizione al freddo secondo il metodo Wim Hof.

FASE PRIMA DELL'ESPOSIZIONE AL FREDDO

1. Respirazione Wim Hof

Prima viene la respirazione: facciamo 2-4 cicli di respirazione Wim Hof per prepararci. Respirare Wim Hof svuota la nostra mente dai pensieri parassitari, dalle credenze limitanti, ci troviamo più centrati e focalizzati, capaci di focalizzare la nostra attenzione e concentrarci sul prossimo passo. Respirare Wim Hof ci aiuta così a trovare il giusto Mindset (3° pilastro del metodo) per entrare nell'acqua fredda. Inoltre, respirare Wim Hof alcalinizza il corpo e quindi rende la sensazione di freddo sulla pelle meno forte, poiché i nostri recettori del freddo sono meno attivi quando il corpo è alcalino.

2. mentalità positiva

(Se siamo già abituati a fare l'esposizione al freddo, possiamo anche iniziare direttamente con questo passo senza dover necessariamente fare prima la respirazione Wim Hof per arrivarci).

In secondo luogo, manteniamo questa mentalità positiva dopo il respiro e troviamo il nostro perché.

Cosa stiamo cercando con l'esposizione al freddo? I suoi benefici fisici? Per guarire noi stessi? Per ritrovare la nostra energia o rafforzare la nostra immunità? O per uscire dalla depressione o dal burnout? Per spingerci, per uscire dalla nostra zona di comfort, per dimostrare a noi stessi che possiamo anche andare oltre i nostri limiti mentali e fisici? 

3. Attivare il calore interno

In terzo luogo, dobbiamo attivare il calore interno. Per fare questo, il nostro strumento numero uno è il movimento, per attivare il metabolismo e il calore trasportato dal flusso sanguigno che è il veicolo del calore nel corpo. Quindi dobbiamo attivare la circolazione e l'attivazione di certi muscoli che ci riscalderanno dall'interno. Per i praticanti più esperti, abbiamo altri due strumenti: la visualizzazione e alcune tecniche più avanzate di trattenimento del respiro. Ma questi ultimi due strumenti sono più difficili da padroneggiare e richiedono una buona pratica (qualità e durata). Per idee su come riscaldarsi, guarda il nostro video sulle 3 fasi dell'esposizione al freddo. Iscriviti al canale per essere informato dei futuri video! 

Ora siete pronti ad andare, perché avete deciso di andare, nessuno vi obbliga. Pronto mentalmente, ma anche fisicamente.

FASE 2 :DURANTE L'ESPOSIZIONE AL FREDDO

Ora siamo pronti per entrare nell'acqua fredda. Vediamo i passi da seguire:

1. Rilassante

Non si irrigidisca e non cerchi di sfuggire al tocco del freddo. La tua mentalità e la tua concentrazione sono orientate positivamente e programmate per aiutarti. A livello fisico questo dovrebbe anche corrispondere, quindi rilassate le spalle, non fate cadere il mento verso lo sterno. Guarda con calma davanti a te. Sorridi! Aiuta ☺

2. Respirazione zen

Espirare per lunghi periodi di tempo, mantenere un respiro ZEN che aiuta a gestire lo stress breve ma ad alta intensità causato dal freddo. In questo modo è possibile modificare la risposta naturale del corpo al freddo (panico) in una risposta ZEN calma e serena in totale controllo. Lunghe espirazioni, niente apnee.

3. Concentrarsi sulla respirazione

Se ti aiuta, puoi cantare, canticchiare. Questo vi aiuterà a concentrarvi sul respiro e non sul freddo. Cambia la tua concentrazione, osserva il tuo respiro!

Promemoria!

L'esposizione al freddo deve essere graduale e non forzata. Inizia con la guida di un istruttore Wim Hof se non sei sicuro di quali siano i tuoi limiti e di cosa sia sicuro o meno fare. Non cercare di battere i record. L'esercizio deve essere di qualità, imparare a mantenere il controllo sotto forte stress, imparare a "stressare bene". La qualità è più importante della quantità. Se esci dal freddo e sorridi, ti senti bene, hai il controllo e non sei completamente congelato, questo è un buon segno. È un esercizio di qualità da cercare.

FASE 3: DOPO L'ESPOSIZIONE AL FREDDO

Avete ora completato la fase di esposizione al freddo. Ma l'intero esercizio non è completo. Hai ancora l'ultima parte, molto importante. Riscaldarsi!

1. Prenditi il tempo

Una volta usciti dal freddo, non abbiate fretta (non è nemmeno un buon momento per mangiare). Prendetevi il tempo di riscaldarvi di nuovo con il movimento fisico. Per idee su come riscaldarsi guarda il video qui: L'esercizio finisce quando si è caldi!

2. Pazienza

Rimani calmo, mantieni la tua concentrazione, continua a seguire il tuo respiro, attraverso il naso lentamente. Questa fase insegna anche la pazienza. Sì, perché il freddo arriverà lentamente e anche tu ti riscalderai progressivamente e lentamente; non cercare di "bruciare" le tappe. Bisogna riscaldarsi gradualmente e lentamente per evitare fenomeni di "after drop" in cui la temperatura del cuore diminuisce rapidamente (perché il sangue freddo delle estremità si mescola con il sangue caldo degli organi vitali). È quindi importante evitare di cercare di riscaldarsi con una doccia calda o altre fonti di calore esterne. Altrimenti brucia e può anche far male (te lo dico per esperienza)!

3. Come ti senti?

Prenditi un momento per osservare come ti senti fisicamente e mentalmente (e le tue emozioni). Questo è l'effetto del freddo su di voi. Cosa va bene, cosa deve essere migliorato per la prossima volta?

Bravo, l'esercizio è finito!

Ora l'esercizio è finito.

Forse ci hai messo solo 5 minuti, forse hai fatto un esercizio più lungo e completo. Sta a voi di giudicare il livello di preparazione necessario per l'esposizione al freddo che state per fare.

Se abbiamo intenzione di fare una doccia fredda a casa, c'è una buona probabilità che prepararsi rapidamente per 1-2 minuti, poi fare 2-3 minuti di doccia fredda, e poi riscaldarsi e muoversi per 2-3 minuti sia più che sufficiente. 

Se vi state preparando a fare un bagno di ghiaccio, vi consiglio di dedicare almeno 5-10 minuti alla preparazione, di non rimanere dentro per più di 2-5 minuti e di uscire e fare 10-15 minuti di esercizio per riscaldarvi dolcemente senza correre.

 

Se avete intenzione di implementare queste 3 fasi e 9 tappe di preparazione all'esposizione al freddo, la vostra esperienza con il freddo evolverà positivamente e rapidamente.

 

Sarete così armati per le vostre future docce fredde o bagni freddi in piena fiducia, serenità e sicurezza.

I benefici del freddo

  • Il freddo aiuta a rafforzare il nostro corpo e la nostra mente, ad espandere la nostra capacità di adattamento, ad aumentare la nostra energia vitale. Questo si ottiene con piccole dosi di breve durata e alta intensità di freddo e stress. È la legge dell'adattamento e del rafforzamento attraverso l'ormesi.
  • Il freddo permette anche di generare gli ormoni della felicità (sono la dopamina, la serotonina, le endorfine che ci fanno sentire molto bene dopo una doccia fredda), di regolare il metabolismo (e di perdere peso) e di avere una migliore qualità del sonno.
  • Naturalmente il freddo ci permette di allenarci e di mantenere un sistema cardiovascolare sano.
  • Il freddo permette anche il recupero muscolare dopo aver fatto sport.
  • Il freddo riduce l'infiammazione nel corpo (l'infiammazione è equivalente al calore in eccesso che il freddo può evacuare).
  • Il freddo allena la nostra mente ad essere più elastica, ci insegna a stressarci bene e a mantenere il controllo di fronte alle sfide destabilizzanti della vita quotidiana.

Video solo in francese

Non dimenticate di iscrivervi al canale Youtube per essere informati sui prossimi video!

Vuoi andare oltre?

Contattateci per iscrivervi ai nostri prossimi corsi Wim Hof e visitate il nostro sito web per scoprire tutti i nostri corsi di formazione!

Seguiteci sui nostri social network per saperne di più sul Metodo Wim Hof! 


Articoli simili

Ultimi articoli

Corso Wim Hof Breve - 3 giorni, Lac des Graves, Cantal, 23-25 novembre 2024

Corso Wim Hof Breve - 3 giorni, Lac des Graves, Cantal, 9-11 novembre 2024

Spedizione di trekking e metodo Wim Hof, Massiccio del Thabor, dal 3 al 7 luglio 2024

Categorie

Realizzazione e referenziamento Simpleplebo

Connessione

Continuando a navigare in questo sito, l'utente accetta l'installazione e l'uso dei cookie sul proprio computer, in particolare per l'analisi del pubblico, in conformità con la nostra politica sulla privacy.