In che modo il METODO WIM HOF può contribuire a ridurre il nostro consumo energetico?


Diventate amici del freddo

Lo diciamo spesso, ma siamo condizionati a credere che il freddo sia un male. Ciò è dovuto alle nostre convinzioni radicate che l'esposizione al freddo sia sgradevole e persino pericolosa per la nostra salute!

Perché siamo riluttanti a sperimentare il freddo?

Semplicemente non siamo mentalmente preparati a non cercare continuamente il comfort, a lasciarlo e a sperimentare il disagio. Il disagio genera stress, lo stress genera ansia e poi paura. Ma in realtà siamo circondati da "bagni di ghiaccio".

Il disagio è tutto intorno a noi, davanti a noi, e il più delle volte entra nella nostra vita inaspettatamente. Ma possiamo scegliere di vedere il disagio come un muro insormontabile o come un'opportunità per essere resilienti. Ogni giorno possiamo trovare piccoli modi per praticare il disagio. È una pratica che ci rende gradualmente più resistenti, sia fisiologicamente che psicologicamente. E la doccia fredda è un ottimo esercizio.

Riduzione del riscaldamento domestico

Procedere per gradi

Una volta che si è diventati amici del freddo e non lo si associa più solo al disagio, si passa gradualmente da temperature generalmente superiori ai 20°C nelle case in inverno a temperature più ragionevoli intorno ai 17-19°C. Certo che hai diritto a un ponticello! Inoltre, questo comporta alcuni vantaggi, sia ecologici che economici, perché 1°C in meno in casa corrisponde a circa il 7% in meno di consumo elettrico (statistiche EDF).

Ci si può anche abituare a una temperatura di 15-16°C in casa (è il mio caso), ma in questo caso bisogna anche fare attenzione a muoversi regolarmente per consentire una buona circolazione del sangue alle estremità (mani e piedi) e attivare il calore interno del corpo. È eccellente per attivare il metabolismo, bruciare i grassi e tonificare!

BonusQuando il corpo è sottoposto a un freddo continuo e prolungato, attiva notevolmente il consumo di energia. È possibile che si verifichi una perdita di peso che, se non è auspicabile, può essere evitata semplicemente aumentando l'apporto calorico. Questo spiega anche perché mangiare in inverno o nei Paesi freddi differisce notevolmente dal mangiare in estate o nei Paesi caldi.

video-play-icon

Suggerimento

Per aiutare l'organismo ad accelerare il metabolismo e a rilasciare più calore per riscaldarsi, è possibile aumentare la capacità di bruciare i grassi (termogenesi per lipolisi attraverso l'azione del grasso bruno) con, ad esempio, caffè integrato con grassi, come olio di cocco, burro di cacao o panna o burro.

Anche la gioventù intermittente (ad esempio 16-8) sembrerebbe facilitare l'attivazione efficiente del metabolismo e quindi aiutare a rimanere caldi quando si è esposti al freddo. 

video-play-icon

Come abbiamo ridotto la nostra bolletta elettrica?

video-play-icon

Vuoi andare oltre?

Contattateci per iscrivervi ai nostri prossimi corsi e visitate il nostro sito per scoprire tutti i nostri corsi di formazione!


Articoli simili

Ultimi articoli

Corso Wim Hof Breve - 3 giorni, Lac des Graves, Cantal, 23-25 novembre 2024

Corso Wim Hof Breve - 3 giorni, Lac des Graves, Cantal, 9-11 novembre 2024

Spedizione di trekking e metodo Wim Hof, Massiccio del Thabor, dal 3 al 7 luglio 2024

Categorie

Realizzazione e referenziamento Simpleplebo

Connessione

Continuando a navigare in questo sito, l'utente accetta l'installazione e l'uso dei cookie sul proprio computer, in particolare per l'analisi del pubblico, in conformità con la nostra politica sulla privacy.